lunedì 19 maggio 2008

La regola dell'amico...


--- Mode Introscpective on ---


Sempre sul filo dei post
introspettivi, c'è un altra
caratteristica del mio essere
che "mi perseguita" e di cui
non sono riuscita a liberarmi
crescendo, facendo esperienza e
maturando... LA SINDROME DELLA
MIGLIORE AMICA !!! Quanti mi
conoscono bene (pochi in verità!)
sanno che per anni "croce e delizia"
delle mie storie amorose è sempre
stato questo tipo di approccio !
Io non ce la facevo proprio a fare
la donnina ti ti ti che se la tira,
che dice no ed invece è si, che...
A me se interessava un ragazzo mi
interessava sapere tutto di lui,
mi interessava parlarci, mi
interessava che si raccontasse, per me
AMORE = AVERE LE CHIAVI DELL'ANIMA ALTRUI !
(Lele docet).
Io, salvo casi eccezionali, sono
sempre stata così, ho sempre iniziato
un rapporto con l'amicizia, passando
ore ed ore in macchina dello"Oggetto del
Desiderio" di turno a...parlare a
confidarci ! Niente momenti hard,
niente baci, niente di niente...
[bhe almeno in "fase interlocutoria"
come direbbe il mitico Lele (recente e
validissima conoscenza)...]
e sapete come finiva il 70% delle volte ?
Che diventavo la sua migliore amica !
Cazzo - si si ho proprio detto cazzo !-
e finiva che il rapporto diventava
un bellissimo rapporto di amicizia e
che il Lui di turno, spesso
iniziava a confidarmi i suoi problemi di
cuore con questa o quest'altra tipa...
Ed io che facevo...non riuscivo nemmeno
più a staccarmi...così mesta e mogia
soffrivo in silenzio e mi facevo passare
la cotta ! Ho continuato per anni, imperterrita
a fare la MIGLIORE AMICA di tutti !!!
Pensate solo questo, quando conobbi La Bionda
lei credeva fossi un po'...ehm...di "larghe
vedute con gli uomini"... perchè le raccontavo
che stasera uscivo con quello, che con
quell'altro ero stata a parlare sotto casa
in macchina fino alle 24...
etc etc etc... Quando le spiegai la realtà
dei fatti, lei che era fidanzatissima con
un lui gelosissimo, mi disse che mai e poi
mai a Livorno avrebbe potuto fare una cosa
del genere perchè sarebbe subito stata bollata
come tr...ehm...avete capito no ?
E che secondo lei questo mio, non era un
approccio sano (si che non ero sana di mente
l'aveva capito subito anche lei, e in questi
anni non le ho certo dato modo di
ricredersi !!!). Comunque, tutto sto sproloquio
per dire che anche se alla fine son sempre
"riuscita ad ottenere ciò che volevo" quando
mi ci son messa d'impegno,
il mio approccio "amichevole" mi ha sempre più
ostacolata che favorita in amore ! Verso i 25
anni finalmente sono rinsavita e mi sono resa
conto che quando mi piaceva qualcuno le cose
dovevano iniziare in modo diverso...
e pur conservando certe caratteristiche
fondamentali di approccio conoscitivo,
ho cambiato pian piano e faticosamente il
mio modo di fare... forse questa
svolta è stata anche frutto di una maggiore
sicurezza di me per quanto riguardava
l'aspetto fisico...
in quel periodo mi piacevo molto di più...
fatto stà che ora, a distanza di quasi 10 anni,
devo constatare di essere un po' "ripiombata
nel tunnel"...complice forse il capovolgimento
della situazione
sopracitata, il periodo un po' emotivamente
instabile,la mia intrinseca fragilità,
l'inquietudine che mi pervade, la primavera,
i libri di Luciana Littizzietto che sto
leggendo...ma la nuda e cruda realtà dei fatti
e una terribile e tremenda regressione...
che non mi fa bene !
Per concludere volevo dirvi che
"violentare il proprio modo di fare", anche se
errato,anche se per "giusta causa" è molto
faticoso ed a volte quando si è più fragili
e vulnerabili,anche se crede di aver sconfitto
certi comportamenti compulsivi, loro sono lì in
agguato,pronti a ripresentarsi con forza come
abitudine radicata...ad impicciarsi
-ed oserei dire ad impicciarvi -
dei Fatti Vostri, facendo più danno che altro...
Quindi uomini e donne armatevi e rimanete
allerta ok ?
One Kiss !


--- Mode introspective off ---


2 commenti:

  1. la sindrome della migliore amica?


    Cavoli pensavo fosse solo un problema mio!


    Mal comune...


    Un salutone!!!

    RispondiElimina
  2. utente anonimo21 giugno 2008 16:45

    E' un po' un problema di tutte le donne, ma tu sei fantastica proprio così come sei, ed è proprio per questo che ti adoro. Io da quando ti conosco ho ritrovato me stessa e in questi anni mi è servito molto per poter sopravvivere. Cerca sempre di essere felice, ma rimani sempre come sei.


    La bionda

    RispondiElimina